sabato 2 gennaio 2010

Gamberi al lardo di colonnata, crema di cannellini e aceto balsamico




Voglio riproporvi la prima ricetta che ho pubblicato qui sul blog. L'ho cucinato recentemente ad una cena per amici e ho fatto le fotine che spiegano passo passo il procedimento! Si tratta di un antipasto semplicissimo e di sicuro effetto. Ha il vantaggio di poter essere parzialmente preparato in anticipo: la crema di cannellini resiste anche qualche giorno in frigo e si può quindi preparare quando avrete tempo.
I gamberi invece andranno preparati il giorno stesso: bisogna ricordare di toglierli dal frigorifero prima di infornarli, perché è necessario che vadano a temperatura ambiente per cuocere più velocemente.


Gamberi al lardo con crema di cannellini all'aceto balsamico

Ingredienti (per 4 persone)
4 grosse mazzancolle (o 8 gamberi o gamberoni più piccoli)
200 gr. di fagioli cannellini in scatola
4 foglie di salvia
1 rametto di rosmarino
4 fette di Lardo di Colonnata dop tagliate molto sottili
sale
pepe
olio d'oliva extravergine
4 ciuffi di cerfoglio o di prezzemolo per guarnire
Aceto Balsamico tradizionale di Modena, quello molto denso o in alternativa
Crema di aceto balsamico (si compra nelle gastronomerie e nelle enoteche ben fornite)
Uno scalogno
Mezzo bicchiere di vino bianco secco (anche frizzante)

Procedimento per la crema di cannellini
In una padella fate appassire lo scalogno tagliato finemente nell'olio a fuoco basso. Quando diventa trasparente bagnatelo con un dito di vino e fate asciugare. Aggiungete il rametto di rosmarino e le foglie di salvia. Prestate attenzione a non far bruciare il rosmarino perché lascia un cattivo odore da bruciato.
Rosolatevi i fagioli scolati parzialmente dal liquido per dieci minuti finché non saranno cotti.
Togliete le foglie di salvia, l'aglio e il rosmarino dalla padella e passate i fagioli e lo scalogno nel mixer ad immersione riducendoli ad una crema fine. Se volete proprio essere sicuri che la crema sia fine potete passarla al setaccio. Aggiustate di sale e pepe.

Procedimento per i gamberi
Ecco i gamberoni che ho utilizzato. Provengono dall'atlantico e come potete vedere dalla foto sono davvero enormi.

Sgusciate i gamberi crudi con attenzione togliendo solo la parte centrale del carapace, lasciando intatte e attaccate al corpo centrale testa e coda.


Avvolgete la parte centrale con una fetta di lardo eliminando eventuali grani di sale, arrotolandola intorno al corpo. Sistemateli su una teglia con carta da forno senza aggiungere ulteriori grassi. É molto importante lasciare i gamberi così preparati fuori dal frigo per almeno 30 minuti prima di metterli in forno, perché devono essere a temperatura ambiente.


Scaldate il forno a 220 gradi utilizzando la funzione del calore da sopra (oppure il grill). A forno caldo mettete i gamberi a cuocere per 2 minuti esatti o 4 per i gamberoni particolarmente grandi.
Versate la crema di cannellini calda a specchio su un piatto piano (ovvero versata in uno strato sottile che occupi la parte interna del piatto), versatevi un filo di crema di aceto balsamico adagiatevi il gamberone appena sfornato al centro, guarnite con pepe e un ciuffetto di cerfoglio (che io avevo dimenticato!!!) e servite immediatamente.


4 commenti:

  1. Una ricetta raffinata e davvero delicata nel gusto!
    bravissima!
    baci baci

    RispondiElimina
  2. oggi ci provo, li ho assaggiati al ristorante ed avevo voglia di "leccare" il piatto

    RispondiElimina